Modalità notte
Modalità giorno

Lettera pubblica

Benvenut*! In questa pagina potete leggere una delle lettere pubbliche inviata da una persona al proprio io del futuro.


Lettera #

Scritta il 02-nov-2021

Mentre qui si parla di telenovela e si spostano mobili, sento nuovamente il bisogno di scrivere quello che sento e che provo in questo momento. Forse perché  adesso che ho preso la mano a scrivere, potrei scrivere un libro. Secondo me sono adatta a rappresentare quella sfigata di protagonista a cui in amore non va mai bene, quell'amore che finalmente la renderà felice e come  le altre. Tutte le altre che ricevono cornetti, regali per i compleanni ma anche il semplice messaggio del buongiorno, una semplice chiamata, non che io non riceva tutte queste attenzioni dalle perone che mi circondano. Si, però non da un lui.

Forse perché già so in cuore mio che non avrò l'occasione di potergli dire nulla.

In realtà, forse quello che sto cercando è solo qualcuno da mostrare al mondo, per gridare "vedete quanto valgo anch'io". C'è qualcuno che mi apprezza, c'è qualcuno che mi trova bella, addirittura che mi scopa. Chi l'avrebbe mai pensato. Forse vedi mia cara V., il tuo problema sono sempre gli altri, le mille aspettative, la vita di facciata o magari solo una rivincita personale. forse sei solo più superficiale di quanto immaginavi.  Forse in realtà non vuoi  tanto  dimostrarlo al mondo, quanto a te stessa. Forse sapere che per qualcuno vali la pena e è il tuo punto debole e ti illudi e ti fai dei film nei quali veramente fai tutto da sola.

Perché tu sei V., la forte donna che non deve chiedere mai aiuto, che ce la fa da sola, che in realtà è anche vero, perché come per tutti nessuno conosce il dolore del mio cuore. Forse solo un cuore che vorrei sentire battere.

È lui sembra perfetto per questo ruolo. È molto carino, questo lo penso veramente e sembra avere tutte quelle caratteristiche che sognavi da bambina, interessante sempre super impegnato, stimolante e soprattutto molto concentrato sul futuro. Comunque adoro quando parla della sua famiglia, gli brillano gli occhi. Sono caduta in un cliscé? Chi può dirlo. Sono due giorni che aspetti un suo messaggio. E ti fai condizionare da lui. Brava compimenti. Che poi non c'è niente di male a mostrarsi deboli, perché un po' lo sei ma perché annullarsi così? Ma è veramente ciò che vuoi? Tralasciando quello che vuole o non vuole lui, tralasciando tutto quello che ti dicono le altre persone. Hai sbagliato a scrivergli, hai sbagliato a cercarlo. Ma perché? Loro cosa fanno quando si tratta di loro? Sicuramente alcune di loro volevano solo proteggermi, ma tanto io sono un kamikaze. Nessuno mi ha mai fermato, certo ci sono sempre stati tanti pianti a seguito ma è il mio modo di reagire. Piango prendo atto delle conseguenze e vado avanti. Non voglio essere triste, non andrebbe bene, che poi triste per cosa? ( ahahah  ma quanto mi piace usare le domande retoriche?)

Comunque cara la mia V., adesso piangi, mentre continui a sperare che lui ti cercherà e metti in conto che potrebbe non farlo. Mettilo seriamente in conto. E poi continua la tua vita serena, anche se sarebbe potuto andare meglio questo fine settimana, concentrati su di te, sui tuoi obiettivi anche se i giorni grigi ci saranno sempre, cerca di far uscire il sole


Loading...
0
0
0
0

Condividi su



Questo sito utilizza i cookie. Va bene