Modalità notte
Modalità giorno

Lettera pubblica

Benvenut*! In questa pagina potete leggere una delle lettere pubbliche inviata da una persona al proprio io del futuro.


Lettera #
Scritta il 12 nov 2021

  Tempo trascorso: 364 giorni

Hey,

cara me del futuro,le cose qui non vanno bene.

ho litigato con mia madre, ma non è colpa mia,lei ha aspettative troppo altre e io non posso passare la vita intera cercando di soddisfare lei se alla fine tutto ciò che faccio ricade su di me. Im so fucking tired of all this shit, i just want some good vibes. L'ansia a volte non mi lascia respirare, mi soffoca ho paura di cose possa succede e di cosa possa non succedere. Vorrei solo scappare via, lontano dai miei problemi e non dover rivedere MAI PIÙ le persone che conosco ora.non sono egoista, anzi si lo sono, e parecchio anche ma ho smesso di pensare a come sono, però d'altra parte mi interessa come appaio agli occhi degli altri. Vorrei piacere alle persone e avere tanti amici a cui importa di me, ma è più probabile che io muoia domani, ma mi va bene in un certo senso dai. Almeno così non dovrei incontrare nessuno,non dovrei preoccuparmi di come appaio, non dovrei preoccuparmi di essere gentile o di non sembrare gentile, quando in verità non me ne frega quasi nulla del prossimo. Tempo fa avrei voluto essere una persona migliore ma non voglio più mettere il bene altrui davanti al mio. Non sappiamo bene definire la felicità ma sappiamo cos'è la tristezza. Non riusciamo a raggiungere la piena felicità ma la tristezza, o almeno questo riguarda me, tanto ormai ho smesso di preoccuparmi degli altri, si, non sono un buon esempio ma non me ne frega nulla ormai. È un punto di non ritorno. Odio questo sistema, odio questa società, odio "questa" mentalità. Per quanto mi sforzo non riesco mai a fare qualcosa di buono per me, figuriamoci per gli altri :).

Una volta qualcuno mi disse "mi hai migliorato la giornata" penso di essere stata "felice" quel giorno.

Tutto sommato non so bene cosa mi succede,tra un mese e due settimane circa faccio 18 anni e non so perché ma la cosa non mi tocca minimamente. Mentre fino a qualche anno fa immaginavo la festa dei miei e 18 anni con un bel vestito,con tanto amici (che non ho nemmeno) e tutto ciò che volevo allora veniva sempre messo in secondo piano perché le persone intorno a me mi dicevano come dovevo organizzare la festa,chi dovevo invitate e cose così,la festa è solo un esempio, ma in conclusione questo succede SEMPRE. SEMPRE. Penso che una festa di compleanno come si deve mi renda "felice" perché alla fine siamo persone,siamo avide e materialiste, o almeno io. E arrivati a sto punto qualcuno penserà che sono una persona di merda, si, anche quello, ma un tempo non ero così, un tempo mi piaceva stare tra le persone, mi piaceva farle sorride e parlare con loro. Ma sono state proprio le persone a farmi diventare quella che sono. E ovviamente ci sarà sempre qualcuno che dirà "beh non puoi sempre dare la colpa alle persone se la tua giornata o la tua vita fa schifo" vero non posso, ma come ho già detto prima, sono avida e materialista e non me ne frega nulla del prossimo, quindi do la colpa alle persone per quello che mi accade, perché se qualcuno a volte stesse zitto tante cose non succederebbero. AZIONE,REAZIONE. Non aspettarti che io stia zitta se tu mi dici qualcosa che urta la mia tranquilla (ad avercela la tranquillità). 

Mi manca quella tranquillità, quel senso di protezione, quella gioia tipica dei bambini. Non penso che ci sia posto per me qui. Ci sono tante cose che vorrei dire ma non dirò altro, perché come ho detto prima, se qualcuno a volte stesse zitto, tante cose non succederebbero. 

Questa lettera fa schifo in quanto merito molto di più, ma l'unica persona a cui posso fare affidamento sono io, e sono io so e capisco quello che sto passando. 

I AM THE ONLY ONE I LOVE, FUCK YOU ALL.

Scritta il 12 nov 2021 -> Ricevuta il 12 nov 2022 | 677 parole
12 nov 2021 -> 12 nov 2022 | 677 parole

Loading...
0
0
0
0

Condividi su



Questo sito utilizza i cookie. Va bene