Modalità notte
Modalità giorno

Lettera pubblica

Benvenut*! In questa pagina potete leggere una delle lettere pubbliche inviata da una persona al proprio io del futuro.


Lettera #
Scritta il 22 ott 2022

  Tempo trascorso: 30 giorni

Cara Ema del futuro, 

come va? 

Ti faccio il punto della situazione di un mese indietro, oggi è il 22 ottobre 2022, è il compleanno di Samu e Dennis. 

Emotivamente non siamo messe bene, siamo distrutte, tra danza, amicizie, scuola, non va. 

Stamattina abbiamo richiesto il bonus psicologo, spero che tu ci stia andando e magari ti vada anche bene, non ti chiedo dei risultati fin da subito, è un percorso lungo e tortuoso, non dico difficile, ma devi, anzi, dobbiamo farcela. Non ci dobbiamo abbattere, è già successo anni fa, non facciamolo di nuovo. 

Io ora, riesco ancora a percepire un pizzico di felicità, meglio ancora di speranza, mi sento dentro al tunnel ma vedo la luce dell'entrata, non possiamo opporci a questo tunnel perchè per andare avanti bisogna attraversarlo senza paura, con coraggio e amore per noi stessi, non bisogna fermarsi in mezzo ma andare avanti, perchè la luce è infondo e se non cammini per arrivarci non la vedrai mai. 

E' un periodo non bellissimo, sono successe tante cose.. sono due le cose più importanti, danza e Giorgia.. 

Il fatto che ci siamo fermate per recuperare il danno della caviglia non ha aiutato tantissimo con Giorgia, nessuna valvola di sfogo, un luogo dove poter staccare la testa e liberarsi dai pensieri negativi, nessun focus, nessun traguardo da raggiungere, niente per cui perdere la testa che non sia importante tanto quanto danza. Non si ha più stimoli esterni, quelli interni sono esauriti. 

Credo che con Giorgia non ci riappacificheremo presto, forse mai. 

Bella batosta!

Dopo aver perso una persona così tanto importante non diamo più importanza alla perdita delle persone, ci siamo abituate senza e di lei, e senza una persona così speciale riusciamo a non aver bisogno più di nessuno. Ci siamo abituate a stare da sole e serve un qualcosa davvero sorprendente per riaccendere qualcosa in noi, forse.

Ho tante cose da dirti, come mi sento per esempio. 

Mi sento vuota dentro e penso che non ci sia nulla da farmi riempire. Le uniche cose che ci portavano avanti le abbiamo perse a tempo indeterminato, spero che almeno una di queste l'avremo di nuovo presto. 

Sapevamo di non doverci fidare di nessuno tranne che di lei, ma l'abbiamo persa, va bene così, guarda avanti. 

Tra un mese, ovvero quando starai leggendo questa lettera andrà meglio, me lo sento, lo spero.

Ora non ho più tempo, mi devo preparare per il compleanno,

a presto! 

Tua, Ema.

Scritta il 22 ott 2022 -> Ricevuta il 22 nov 2022 | 438 parole
22 ott 2022 -> 22 nov 2022 | 438 parole

Loading...
0
0
0
0

Condividi su



Questo sito utilizza i cookie. Va bene